Intervista smart al consigliere regionale Simone Bezzini

Abbiamo parlato di misure di contrasto al virus e di quella che potrà essere la ricostruzione post pandemia

 TOSCANA
  • Condividi questo articolo:
  • j

"Bisogna che dalla crescita si passi alla riduzione - ha detto Simone Bezzini - dobbiamo comprendere le evoluzioni delle prossime settimane e dei prossimi mesi per rallentare il contagio e vedere se si riesce a circoscrivere il contagio. Intanto, da parte del presidente Rossi è stato richiesto un maggior lavoro sui tamponi. Anche le aziende sanitarie si stanno organizzando per le nuove modalità per fare più tamponi ai cittadini ed isolare meglio i contagi. Per quanto riguarda le terapie intensive esse sono fondamentali, la Regione vuole attrezzarsi anche per scenari peggiori. Sono dunque in allestimento circa 280 nuove sale di terapia intensiva. Insomma, qualora il virus crescesse la regione non si farà trovare impreparata". 

"Dobbiamo attrezzarci per fronteggiare l'emergenza, credo che il governo abbia fatto un primo passo nella giusta direzione: la volontà è che non ci sia alcun licenziamento in queste settimane. Dopodichè molti comuni avranno un calo delle entrate e molte spese per l'emergenza, duqnue rischiano di andare in difficoltà e non poter garantire i servizi fondamentali. Così anche la finanza delle amministrazioni comunali dovrà essere messa sotto tutela". 

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus e solidarietà: l'iniziativa dei dipendenti Unicoop Firenze di Poggibonsi e Colle di Val d'Elsa

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

Pubblicato il 27 marzo 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su